Problema pagina manutenzione WordPress

wordpress_manutenzione

Nel caso durante un aggiornamento di WordPress qualcosa vada storto, e il vostro sito si blocchi sulla schermata bianca con la frase “WordPress Momentaneamente non disponibile per manutenzione. Riprovare fra un minuto” la soluzione è collegarsi via FTP al vostro spazio web, e rimuovere manualmente il file .maintenance che si trova nella directory principale. Il sito tornerà subito visibile. Occorre controllare che alcuni plugin o temi che stavate aggiornando siano ancora attivi, può capitare che siano disabilitati o corrotti a seguito del fallimento dell’operazione di aggiornamento.

maintenance

 

Convertire sito multilingua in WordPress da qTranslate a WPML

wpml_logoCome molti programmatori che usano spesso WordPress per i propri lavori (personali, come questo blog, o commerciali), ho avuto necessità di creare e gestire più lingue all’interno dei siti. Tra i vari plugin nel web, i più usati sono generalmente QTranslate (gratuito) e WPML (a pagamento). Qtranslate è stata inizialmente la prima scelta, dovuta al fatto che gestisce bene i contenuti multilingua, ed è gratuito. Tuttavia, non si è rivelato affidabile per siti commerciali, in quanto spesso non viene aggiornato tempestivamente ad ogni nuova release di WordPress. Per questo motivo da circa 2 anni mi affido all’ottimo e potente WPML.

Cosa fare però dei siti creati in QTranslate? Ecco una guida veloce per effettuare il trasferimento da un plugin all’altro:

  1. Scaricare WPML dal sito ufficiale
  2. Scaricare il plugin qTranslate Importer: http://wordpress.org/plugins/qtranslate-to-wpml-export/ (al momento il plugin segnala compatibilità fino alla versione 3.6.1 di WordPress, io l’ho testato con la versione 3.8.2 e ha funzionato perfettamente Aggiornamento del 3/9/2014: il plugin è stato aggiornato alla versione 1.3 e ora anche il sito dichiara la compatibilità).
  3. Effettuare un backup completo del Database del vostro sito WordPress.
  4. Disattivare qTranslate
  5. Installare ed attivare WPML, senza configurarlo: il plugin di importazione si occuperà di farlo, con una procedura guidata.
  6. Installare il qTranslate Importer
  7. Avviare il qTranslate Importer e seguire le indicazioni passo-passo.

Al termine, sarà necessario molto probabilmente eseguire alcune modifiche al file .htaccess (vi verranno mostrate a schermo dall’importer)

Inoltre, consiglio di verificare ogni pagina del sito: purtroppo alcune non vengono ripulite completamente, e presentano tutte le lingue in una schermata unica. Un semplice (dipende dal sito) lavoro di copia & incolla sarà sufficiente per ripristinare le pagine mancanti, oppure si può ricorrere al plugin di traduzione delle stringhe di WPML (lo trovate nel vostro account WPML tra i download a disposizione).

La procedura descritta è stata provata e verificata su WordPress 3.8.2, qTranslate 2.5.39qTranslate Importer 1.2 e WPML 3.1.4.

Aggiornamento del 3/9/2014: testato funzionante (e migliorato!) su WordPress 3.9.2, qTranslate 2.5.39qTranslate Importer 1.3 e WPML 3.1.4.

Realizzare un banner di sfondo cliccabile

Si stanno diffondendo molto i banner di sfondo cliccabili. L’idea di base è avere un’immagine di sfondo che venga visualizzata all’esterno dei “contorni” del nostro sito, e che sia cliccabile.

Dopo aver consultato diverse guide, come sempre sono arrivato a una soluzione che è un mix di varie tecniche e tentativi. L’ho applicata a WordPress ma è valida su qualsiasi sito.

Supponiamo di avere 1000 pixel come larghezza del nostro sito, dovremo preparare un’immagine di sfondo più larga di quei 1000px, ad esempio 2000px, l’altezza è a piacere, ad esempio 1500px.
Lasciamo uno spazio di 100px (sempre modificabile a piacere) in alto, in modo che il banner sia visibile anche sui tablet (dove quasi sicuramente le bande laterali del banner verranno “tagliate” via).

Ecco un esempio di immagine “a ferro di cavallo”:

Banner di sfondo

vedete che viene lasciato vuoto lo spazio che verrà occupato dal sito.

Aggiungiamo nel body del codice html le seguenti righe:

<body>
<a id="skinlink" href="http://www.simonezanella.it" target="_blank"><span>&nbsp;</span></a>

e aggiungiamo al foglio di stile i seguenti parametri:

body {
margin:100px auto;
background:url('bannersfondo.jpg');
background-repeat: no-repeat;
background-position: center top;
background-attachment: scroll;
}
a#skinlink {
 position: absolute;
 top: 0;
 bottom: 0;
 left: 0;
 right: 0;
 display: block;
 z-index: 1;
}
#skinlink span {
 display: none;
}

dove al posto di bannersfondo.jpg dovete mettere il percorso alla vostra immagine di sfondo.

Ulteriore personalizzazione: se volete, potete rendere visibile lo sfondo solo in determinati giorni della settimana, basta racchiudere il codice in questo blocco condizionale:

<?
if ((date('w') == 0) OR (date('w') == 6))
{
?>
<a id="skinlink" href="http://www.simonezanella.it" target="_blank">
<span>&nbsp;</span></a>
<?
}
?>

dove date(‘w’) restituisce il numero di giorno della settimana corrente, ponendo 0 = Domenica e 6 = Sabato. Nell’esempio, il banner viene mostrato solo il sabato e la domenica.
Per evitare che il sito venga spostato di 100px di margine dall’alto negli altri giorni, si può lasciare nel foglio di stile generale le impostazioni “standard” per il body vostro sito, e aggiungere nell’header, dopo aver richiamato tutti i fogli di stile, il seguente codice:

<head>
...
<?
if ((date('w') == 0) OR (date('w') == 6))
{
?>
<style>
body {
margin:100px auto;
background:url('bannersfondo.jpg');
background-repeat: no-repeat;
background-position: center top;
background-attachment: scroll;
}
</style>
<?
}
?>
</head>