Appunti “veloci” su dominio, codominio, limiti e asintoti

Ecco un appunto video per ripasso veloce su dominio, codominio, limiti e asintoti:

Contenuto non disponibile
Consenti l'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner, oppure scorrendo e navigando la pagina e il sito"

(creato per gli sportelli didattici degli studenti delle quinte del Liceo Amoretti di Imperia)

ATTENZIONE: il video va inteso come “ripasso veloce” e non è pensato per dare una trattazione teorica precisa e completa! Ecco invece alcuni link utili cui far riferimento per approfondire e fare esercizi:

  • Appunti ed esempi sui limiti e gli asintoti: clicca qui
  • Esercizi e appunti sulle forme indeterminate: clicca qui
  • Altri esercizi svolti sui limiti: clicca qui

Consentire caricamento file xml in WordPress

Di norma WordPress consente il caricamento di file solo per le estensioni ritenute “sicure”. A causa delle nuove leggi per le pubbliche amministrazioni queste ultime hanno la necessità di caricare sui propri siti dei file XML e renderli accessibili ai vari Ministeri ed Enti. WordPress non lascia caricare file XML per questioni di sicurezza (non che il file xml abbia in sè delle criticità, ma non rientra nelle estensioni consentite di default), per poterli caricare bisogna aggiungere nel file functions.php (lo trovate nella cartella del vostro tema) le seguenti righe:

function my_myme_types($mime_types){
        $mime_types[‘xml‘] = ‘application/xml‘; //aggiunge l’estensione XML
        return $mime_types;
}
add_filter(‘upload_mimes’, ‘my_myme_types’, 1, 1);

Se avete realizzato un tema figlio potete creare un nuovo file functions.php da inserire nella cartella del tema figlio contenente le righe indicate sopra.
Per aggiungere tutte le estensioni di cui si ha bisogno è sufficiente aggiungere all’array $mime_types quelle desiderate.

Se non siete programmatori e volete un modo veloce per aggiungere questa funzionalità al vostro sito in WordPress, potete scaricare il plugin gratuito che ho realizzato: scarica caricaxml

(aggiornato a WordPress 4.7.1)

Ripristinare il boot manager di Windows 7 con errore “BOOTMGR is missing”

Se anche il vostro pc con Windows 7 inspiegabilmente da un giorno all’altro si blocca su una schermata nera con il messaggio di errore “BOOTMGR is missing” non date per spacciato il vostro computer come ha fatto un mio cliente che me l’ha portato avvolto in un sacco della spazzatura:

windows7-errore-bootmgr

se avete il DVD di installazione di Windows 7 lo potete facilmente ripristinare.

Fate partire il computer facendo il boot da DVD (non me ne occupo in questo appunto, ma qua c’è una guida completa), dopodichè attendere la schermata di selezione lingua. A questo punto andando avanti potete selezionare l’opzione “Ripristina il computer”, comparirà un elenco dove “dovrebbe” comparire il vostro Windows 7, selezionatelo e quindi cliccate su Ripristina all’avvio.
Terminato il riavvio, dovreste rientrare nel vostro Windows 7!